Lo studio del Dott. Trompetto
si trova in C.so Re Umberto, 14
ad Ivrea (Torino)
telefono:
0125. 424455
email:
info@mariotrompetto.it

Si riceve solo su appuntamento

Patologie trattate

image description

CURE DELLE EMORROIDI

RIMEDI

Per i gradi più lievi di malattia semplici accorgimenti igienico-dietetici possono far rapidamente regredire i sintomi senza alcuna necessità di trattamenti invasivi. Per i primi gradi di malattia con sintomi saltuari le metodiche ambulatoriali, in particolare il bendaggio elastico, possono far evitare al paziente, almeno per un certo periodo, l’intervento chirurgico.

EMORROIDI INTERVENTI CHIRURGICI

Per i gradi più avanzati, con sintomi invalidanti, l’unica possibilità di guarigione è legata alla chirurgia.

EMORROIDECTOMIA

La tecnica di emorroidectomia più tradizionale e che attualmente è ancora la più usata è stata messa a punto molti anni fa da Milligan e Morgan e si è andata perfezionando con l’uso di nuove sorgenti di energia (bisturi ad ultrasuoni, radiofrequenza) che permettono di raggiungere ottimi risultati che si mantengono nel tempo riducendo al minimo i temuti disturbi postoperatori (dolore, emorragia, stenosi). vedi immagine (ATTENZIONE: Quest'immagine potrebbe turbare il visitatore)

COLOPROCTOLOGO

Il trattamento della malattia emorroidaria, qualunque metodica venga applicata, deve essere eseguito da un coloproctologo esperto, che possa scegliere per ogni paziente e per ogni grado di patologia l’intervento più adatto e sia in grado di poter gestire qualsiasi eventuale complicanza postoperatoria.

Ho abbandonato completamente l’esecuzione di trattamenti ambulatoriali per l’alta percentuale di recidiva di malattia emorroidaria che ho riscontrato. Non eseguo più da anni l’emorroidopessia secondo Longo per l’alto numero di pazienti con complicanze anche gravi che sono giunti alla mia osservazione dopo aver subito questo intervento.

Dalla fine del 2010 eseguo per la malattia emorroidaria di II grado e casi selezionati di III grado l’intervento di THD ed i buoni risultati ottenuti mi fanno confidare molto in questa metodica.

Per la malattia emorroidaria avanzata, l’intervento che eseguo più frequentemente è l’emorroidectomia secondo Milligan e Morgan. Questo trattamento, a prezzo di qualche giorno di dolore postoperatorio ben controllato da una terapia antalgica adeguata, porta secondo la mia esperienza ad un ottimo risultato funzionale ed anatomico che si mantiene nel tempo.